Responsabilità civile

I numeri della responsabilità civile in Italia

Le statistiche dicono che le denunce di sinistri da responsabilità civile in Italia sono in diminuzione. Nel 2016, anno dell’ultima rilevazione le compagnie assicurative hanno ricevuto la metà delle denunce del 2010. Si potrebbe pensare quindi che la sinistrosità in Italia è improvvisamente dimezzata. Purtroppo non è così. La mancanza di denunce si basa sulle nuove normative che prevedono una compartecipazione degli assicurati ai danni. Praticamente ad oggi in Italia se si subisce un danno non si ha quasi convenienza a denunciarlo. Una situazione che non ha eguali in nessuno stato del mondo.

 

Cos’è la responsabilità civile e quali sono i danni ad essa collegati

Per danni da responsabilità civile si intende una tipologia di danni molto ampia. La potremmo definire genericamente la responsabilità di un soggetto che, attraverso un suo comportamento, ha causato ad un altro un danno ingiusto. Per questa tipologia di danni l’articolo di riferimento è il 2043 del Codice Civile. In questa tipologia di danni possiamo trovare: danni da cadute su mezzi pubblici, danni provocati da un cane ad un altro soggetto, rotture di veicoli o cadute per mancata manutenzione del suolo pubblico, danni causati all’alunno da cadute o altri infortuni a scuola, intossicazioni alimentari, perdite economiche causate da intermediari finanziari che non rispettano le norme sulla corretta informazione, infortuni sportivi e molto altro. Il danno da responsabilità civile può essere patrimoniale o non patrimoniale. Il primo è facilmente quantificabile, mentre il secondo deve essere attentamente valutato come nel caso di danno morale e danno biologico.

 

Responsabilità civile: come comportarsi nel caso di un danno ricevuto

Come in altri casi di risarcimento danni, anche nel caso di danno da responsabilità civile, la prima cosa da fare è attuare una procedura di mediazione. Si individua l’organismo competente nella città dove ha sede il tribunale che sarebbe competente per il giudizio e si presenta idonea perizia con la quale si attesta la dinamica del danno e la sua quantificazione economica. Come in altri casi di risarcimento danni però non è insolito che le assicurazioni coinvolte non vogliamo risarcire il danno. La problematica di questa tipologia di danni nasce dal fatto che non sempre sono ascrivibili ad eventi assicurabili. Molto spesso quindi il danneggiato non ha neanche una compagnia di assicurazioni a cui fare riferimento per ottenere il rimborso del danno. Il rischio è quindi di non vedersi risarcito quanto effettivamente dovuto. È per questo di fondamentale importanza affidarsi a un team di esperti come quelli di Italia risarcimenti. Contattaci per una consulenza gratuita e ti forniremo tutta la consulenza di cui hai bisogno.